Programma Trimestrale di Emissione – II Trimestre 2019

Comunicato Stampa N° 60 del 25/03/2019

Nuovi titoli in emissione
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica l’emissione dei seguenti nuovi titoli per il secondo trimestre del 2019:

BTP 5 anni – scadenza 01/07/2024 Ammontare minimo dell’intera emissione: 10 miliardi di Euro
BTP 7 anni – scadenza 15/07/2026 Ammontare minimo dell’intera emissione: 10 miliardi di Euro
CTZ scadenza 29/06/2021 Ammontare minimo dell’intera emissione: 9 miliardi di Euro

L’ammontare minimo si riferisce all’intera emissione, ovvero al valore che il circolante del titolo dovrà necessariamente raggiungere prima di essere sostituito da una nuova emissione sulla stessa scadenza.
Durante il secondo trimestre, potranno altresì essere emessi ulteriori nuovi titoli sulla base delle condizioni dei mercati finanziari.

Riaperture di titoli in circolazione
Sempre nel secondo trimestre del 2019 saranno inoltre offerte ulteriori tranche dei seguenti titoli in corso di emissione:
BTP 15/03/2019 – 15/07/2022 cedola 1,00%
BTP 01/02/2019 – 01/08/2029 cedola 3,00%
CCTeu 15/01/2019 – 15/01/2025

Inoltre, in relazione alle condizioni di mercato, il MEF si riserva la facoltà di offrire ulteriori tranche di titoli nominali in corso di emissione con scadenza superiore ai 10 anni e indicizzati all’inflazione anche al fine di tenere conto di eventuali dislocazioni sul mercato secondario di detti titoli.
Infine il MEF potrà offrire ulteriori tranche di titoli a medio e lungo termine, nominali – a tasso fisso e variabile (CCTeu) – e indicizzati all’inflazione, non più in corso di emissione, per assicurare l’efficienza del mercato secondario.

Per tutte le aste di titoli a medio e lungo termine, nominali – a tasso fisso e variabile (CCTeu) – e indicizzati all’inflazione (BTP€i), il Tesoro utilizzerà la procedura d’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa.

 Programma Trimestrale di Emissione – II Trimestre 2019 (PDF, 353.91 KB)

Fonte: MEF.

Arrivano i ‘Panda Bond’

Realizzazione di un piano di emissioni obbligazionarie, ‘Panda Bond’, e strutturazione di un programma di co-finanziamento per imprese italiane che investono in Cina. E’ quanto prevede l’intesa firmata da Cassa depositi e prestiti e Bank of China Limited, che hanno siglato un accordo di collaborazione strategico per supportare la crescita delle aziende italiane nel mercato cinese. L’accordo, che fa seguito al protocollo d’intesa sottoscritto dalle parti il 28 agosto scorso, è stato siglato dall’Amministratore delegato di Cdp Fabrizio Palermo e dal Chairman di Bank of China Chen Siqing, ed è finalizzato a supportare la cooperazione tra le due istituzioni per reperire risorse finanziarie dedicate alla crescita di aziende italiane in Cina.

Il piano di emissioni da 5 miliardi di renminbi per il quale è stato avviato l’iter autorizzativo da parte di People’s Bank of China ha ad oggetto l’emissione da parte di Cdp di titoli obbligazionari, ‘Panda Bond’, destinati a investitori istituzionali operanti in Cina. I proventi derivanti dalle emissioni verranno utilizzati per finanziare – direttamente o indirettamente – succursali o controllate di aziende italiane con sede in Cina e quindi supportarne la crescita. La liquidità raccolta sarà veicolata alle imprese sia attraverso le banche italiane presenti in Cina, sia attraverso le banche cinesi. Con tale piano di emissioni, Cdp sarebbe il primo emittente italiano, nonché il primo Istituto nazionale di promozione europeo, ad esplorare questo tipo di mercato.

Fonte: ADNKronos – https://www.adnkronos.com/soldi/economia/2019/03/23/cina-cdp-arrivano-panda-bond_PnHK2dcTcejDT7cmfZ1VNK.html