Menu Chiudi

In arrivo un nuovo BTP€i sul segmento 5 anni con cedole a maggio e novembre

Comunicato Stampa N° 91 del 17/05/2016

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) comunica di aver affidato a Banca IMI S.p.A, Nomura Int. PLC, Royal Bank of Scotland PLC e UBS Ltd il mandato per il collocamento sindacato di un nuovo benchmark BTP€i – indicizzato all’inflazione dell’area euro, con esclusione dei prodotti a base di tabacco – con scadenza 15 maggio 2022. La transazione sarà effettuata nel prossimo futuro, in relazione alle condizioni di mercato.

Con questa emissione, il MEF intende stabilire un nuovo benchmark sul segmento a 5 anni della curva dei rendimenti reali, dopo un’assenza di circa 3 anni.

La struttura del nuovo titolo ricalcherà quella dei BTP€i finora emessi, con l’unica differenza della periodicità delle cedole, che saranno pagate nei mesi di maggio e novembre. Questo nuovo ciclo cedolare e il diverso mese di scadenza caratterizzeranno anche le future emissioni di nuovi titoli BTP€i.

Come annunciato anche nelle Linee Guida per la gestione del debito pubblico per il 2016, la scelta di cambiare ciclo cedolare e mese di scadenza è motivata dal duplice scopo di soddisfare le consolidate richieste provenienti dagli investitori per prodotti indicizzati all’inflazione, assicurando una gestione più efficiente dei flussi di pagamento degli interessi e del profilo dei rimborsi a scadenza per il MEF.

Questa prima emissione di un BTP€i con ciclo cedolare maggio-novembre avverrà attraverso un sindacato di collocamento formato da banche selezionate tra il gruppo di Specialisti ed attive sul comparto dei linkers europei. L’obiettivo è quello di assicurare un’efficace azione di marketing, volta ad una più capillare distribuzione, evidenziando opportunamente le implicazioni del nuovo ciclo cedolare nella valutazione dei titoli del comparto.

Il nuovo BTP€i a 5 anni sarà riproposto regolarmente nelle aste ordinarie, in modo da garantire al titolo un adeguato flottante finale, in linea con quanto già avviene per tutti i BTP€i.
 

Questo documento non può essere distribuito, direttamente o indirettamente, negli Stati Uniti d’America, Australia, Canada o Giappone. Questo documento (e le informazioni in esso contenute) non contiene e non costituisce un’offerta di vendita o un offerta di acquisto di strumenti finanziari negli Stati Uniti d’America, Australia, Canada o Giappone o in altre giurisdizioni dove tale offerta sarebbe illegale. Gli strumenti finanziari a cui viene fatto riferimento non sono stati e non saranno registrati ai sensi del U.S. Securities Act of 1933, come modificato (il “Securities Act”) e non possono essere offerti o venduti negli Stati Uniti d’America o a U.S. persons, salvo il caso in cui siano registrati ai sensi del Securities Act o sulla base di esenzioni applicabili ai sensi del Securities Act. Tali strumenti finanziari non saranno oggetto di alcuna offerta pubblica negli Stati Uniti d’America.

Fonte: MEF.